Luglio 2014

Toscana

Il mese di luglio 2014 in Toscana si è caratterizzato per temperature inferiori e per precipitazioni nettamente superiori alle rispettive medie di riferimento climatico.

Il mese iniziava con condizioni anticicloniche che garantivano tempo stabile e soleggiato fino al giorno 4, con temperature in progressivo rialzo per l’afflusso di aria calda di origine subtropicale continentale. Il giorno 5 correnti umide sud-occidentali determinavano un aumento della copertura nuvolosa associata a precipitazioni sparse sulla parte nord-occidentale della regione e locali fenomeni anche tra le province di Firenze e Arezzo, sulla parte meridionale della provincia di Pisa e sulle aree collinari della provincia di Grosseto; tra il giorno 6 e la prima parte del giorno 7 il temporaneo rinforzo di un’area di alta pressione determinava un temporaneo ritorno a condizioni di tempo soleggiato, a cui faceva seguito la formazione di un’area di bassa pressione sul Mar Ligure che determinava l’arrivo di rovesci e temporali tra la serata del giorno 7 e il giorno 8, con fenomeni localmente molto intensi associati ad accumuli abbondanti sulla Toscana nord-occidentale. Il giorno 9 le precipitazioni divenivano meno diffuse, concentrandosi sotto forma di rovesci e temporali principalmente sulle aree centro-settentrionali della regione e localmente tra basso Livornese e parte centro-settentrionale della provincia di Grosseto; la prima decade del mese si concludeva con attività termoconvettiva pomeridiana associata a rovesci e temporali sparsi, localmente di forte intensità sulla Toscana nord-occidentale e sull’area amiatina.
La seconda decade del mese iniziava col temporaneo rinforzo di un’area di alta pressione che determinava maggiore stabilità atmosferica, seppur associata a locali fenomeni pomeridiani sulle zone interne. Il giorno 12 si verificava un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche con precipitazioni sparse tra il pomeriggio e la sera, sotto forma di rovescio o temporale, su gran parte della Toscana centro-settentrionale, su tutto il settore orientale della regione, lungo gran parte della costa livornese e tra l’isola d’Elba e l’Argentario; il giorno 13 i rovesci e i temporali sparsi interessavano principalmente la Toscana nord-occidentale e gran parte delle aree centro-meridionali della regione. Il giorno 14 l’affondo di una saccatura di origine atlantica verso il Mediterraneo centrale determinava l’ennesimo peggioramento associato a rovesci e temporali su gran parte del territorio regionale, con accumuli molto abbondanti tra la riviera apuana, la Versilia e l’area lucchese. Tra il giorno 15 e il giorno 20 il rinforzo di un’area di alta pressione di origine subtropicale continentale riportava condizioni di tempo stabile e soleggiato, seppur con locali fenomeni di instabilità pomeridiana fino al giorno 19, con graduale e sensibile aumento delle temperature massime. La seconda decade si concludeva con l’arrivo di una nuova perturbazione nella seconda parte della giornata associata a deboli fenomeni serali sulla Toscana nord-occidentale; il giorno 21 i rovesci e i temporali associati al transito della perturbazione interessavano quasi tutto il territorio regionale (fenomeni molto intensi sull’area lucchese e pisana), eccetto l’Arcipelago, il Piombinese e parte della fascia costiera e sublitoranea meridionale; il giorno successivo i rovesci e i temporali interessavano gran parte della Toscana occidentale e centrale, con fenomeni molto intensi sulle province di Pisa e Livorno; il giorno 23 residui fenomeni interessavano l’estrema Toscana orientale, mentre nel pomeriggio l’attività termoconvettiva dava origine a locali precipitazioni sulla Toscana occidentale. Il giorno 24 il transito di una nuova perturbazione determinava nuove precipitazioni sparse, anche temporalesche, su gran parte della regione; il giorno 25 si verificava un temporaneo miglioramento, seppur con locali fenomeni pomeridiani in prossimità delle aree montuose; il giorno 26 si verificava il transito di un’altra perturbazione associata a rovesci e temporali sparsi sulle aree settentrionali e centrali della regione e sull’isola d’Elba; il giorno 27 fenomeni di instabilità pomeridiana si verificavano su parte delle aree centro-meridionali della regione. Il giorno 28 ad un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche faceva seguito un nuovo aumento della copertura nuvolosa nella seconda parte della giornata, associata a precipitazioni sparse serali sulla Toscana nord-occidentale; tra il giorno 29 e il giorno 30 il transito dell’ennesima perturbazione apportava precipitazioni diffuse su tutto il territorio regionali, con fenomeni molto intensi il giorno 29 tra il Pitiglianese e l’area amiatina ed il giorno 30 sul settore centrale della provincia di Livorno. L’ultimo giorno del mese si caratterizzava per il ritorno di ampie schiarite con temperature massime in graduale aumento.

Nuovi record di temperatura minima mensile

Giovedì 10 luglio 2014
Santa Fiora-Bagnore (ARSIA) +7,1 °C (precedente +7,4 °C del 13/07/2004);
Sestino Case Barboni (ARSIA) +8,0 °C (eguagliato l’11/07/2007);
Castelnuovo di Val di Cecina-Vado La Lepre (ARSIA) +8,7 °C (precedente +10,4 °C del 13/07/2004 e del 25/07/2011);
Sorana (ARSIA) +10,0 °C (precedente +10,4 °C del 15/07/2000);
Volterra La Madonnina (SIR) +10,2 °C (eguagliato il 16/07/2000);
Pomarance Libbiano (SIR) +10,3 °C (precedente +13,7 °C del 30/07/2010);
Montieri Campiano (SIR) +10,6 °C (precedente +11,4 °C del 05/07/2007);
Elba-Monte Perone (ARSIA) +11,7 °C (precedente +11,8 °C del 12/07/2007);
Peccioli Legoli (ARSIA) +11,9 °C (precedente +12,6 °C del 05/07/2007);
Siena Comando di Polizia Municipale (Comune di Siena) +12,0 °C (precedente +13,5 °C del 06/07/2007);
Livorno Stazione Mareografica (ISPRA) +15,1 °C (precedente +15,9 °C del 16/07/2000).

Martedì 29 luglio 2014
Montecristo (Consorzio LaMMA) +15,9 °C (precedente +17,9 °C del 27/07/2011);
Pianosa (Consorzio LaMMA) +17,1 °C (precedente +18,1 °C del 27/07/2011).

Mercoledì 30 luglio 2014
Gorgona ARSIA +15,4 °C (precedente +15,7 °C del 16/07/2000);
Montecristo (Consorzio LaMMA) +15,8 °C (precedente +15,9 °C del 29/07/2014);
Pianosa (Consorzio LaMMA) +16,6 °C (precedente +17,1 °C del 29/07/2014).

Nuovi record di precipitazione cumulata massima mensile

Di seguito sono indicati alcuni dei nuovi record di precipitazione cumulata massima mensile registrati in Toscana presso stazioni pluviometriche con serie storiche statisticamente rilevanti:

1a) Lucca Orto Botanico 332,2 mm;
1b) Lucca (SIR) 314,6 mm (precedente 165,8 mm del luglio 1932);
2) Massa (SIR) 228,4 mm (precedente 147,6 mm del luglio 2010);
3) Livorno Stazione Mareografica (SIR) 210,2 mm (precedente 108,5 mm del luglio 1932 di Livorno Osservatorio Meteorologico);
4) Prato Università (SIR) 208,6 mm (precedente 130,0 mm del luglio 1932);
5) Pistoia Pontelungo (SIR) 201,0 mm (precedente 182,8 mm del luglio 1932 di Pistoia Ospedale);
6) Pisa San Giusto (AM) 186,2 mm (precedente 165,8 mm del luglio 1991);
7) Pisa Facoltà di Agraria (SIR) 183,2 mm (precedente 138,4 mm del luglio 2010);
8) Arezzo Molin Bianco (AM) 112,1 mm (precedente 105,4 mm del luglio 1976);
9) Elba-Monte Calamita (AM) 85,4 mm (precedente 84,4 mm del luglio 2011);
10) Monte Argentario (AM) 66,2 mm (precedente 59,5 del luglio 2011).

Estremi termometrici mensili regionali
Temperatura massima mensile
Firenze Genio Civile (SIR) +37,4 °C il 19/07/2014
Temperatura minima mensile
Monte Gomito (AsMER) +3,6 °C il 10/07/2014
Passo della Croce Arcana
(AsMER) +3,6 °C il 10/07/2014

© 2014 All rights reserved.

 

Italia

Il mese di luglio 2014 si è caratterizzato a livello nazionale per temperature inferiori e per precipitazioni superiori alle rispettive medie di riferimento climatico.

In base ai dati elaborati dall’ISAC CNR, il mese ha fatto registrare a livello nazionale un’anomalia negativa di -0,48 °C rispetto alle medie trentennali 1971-2000, che ha fatto classificare il mese all’88° posto tra i mesi di luglio più caldi e al 128° posto tra i mesi di luglio più freddi dal 1800 in poi (mese di luglio più caldo il 2003 con un’anomalia positiva di +2,53 °C, mese di luglio più freddo il 1833 con un’anomalia negativa di -4,07 °C). Le anomalie negative più accentuate, inferiori ai -1 °C, si sono verificate sulla Valle d’Aosta e su parte dei territori regionali di Piemonte e Lombardia; al contrario, lievi anomalie positive comprese tra 0 e +0,5 °C sono state registrate sulla penisola salentina, sulla Calabria nord-orientale, sulla Sardegna centro-meridionale e lungo il tratto orientale della costa meridionale della Sicilia.

Sempre in base ai dati elaborati dall’ISAC CNR, il mese ha fatto registrare a livello nazionale un surplus pluviometrico del +73% che lo ha fatto classificare dal 27° posto tra i mesi di luglio più piovosi e al 189° posto tra i mesi di luglio più siccitosi dal 1800 in poi (mese di luglio più piovoso il 1833 con surplus del +232% e mese di luglio più siccitoso il 1871 con un deficit del -81%). I maggiori surplus pluviometrici si sono verificati tra la Liguria centro-orientale, l’Emilia sud-occidentale e gran parte della Toscana centro-occidentale dove sono risultate diffusamente superiori al +200%; al contrario, si sono verificati deficit pluviometrici lungo parte delle coste campane, su gran parte della Puglia, su gran parte della Sardegna (eccetto la porzione centro-settentrionale del settore occidentale dell’isola) e su gran parte della Sicilia (eccetto il settore orientale e la porzione orientale del settore meridionale dell’isola): i maggiori deficit pluviometrici che hanno superato il -50% si sono verificati lungo le coste orientali e meridionali della Sardegna e sulla Sicilia centro-occidentale.

Di seguito sono indicati i nuovi record meteorologici mensili dal 1951 registrati dalle stazioni meteorologiche gestite dall’ Aeronautica Militare e dall’ENAV nel corso del mese di luglio 2014.

Record termometrici

Nuovi record di temperature massime medie mensili più basse

Rimini Miramare (AM) +25,2 °C (precedente +25,6 °C del luglio 1960);
Roma Ciampino (AM) +27,9 °C (precedente +28,4 °C del luglio 1954);
Frosinone (AM) +28,0 °C (precedente +28,1 °C del luglio 1976);
Ravenna Punta Marina +28,2 °C (precedente +28,4 °C del luglio 1978).

Record pluviometrici

Nuovi record delle precipitazioni cumulate massime giornaliere

Sabato 26 luglio 2014
Brescia Ghedi (AM) 131,8 mm (precedente 70,6 mm del 04/07/1989).

Lunedì 28 luglio 2014
Plateau Rosa (AM) 30,6 mm (precedente 26,2 mm del 27/07/1999).

Martedì 29 luglio 2014
Trieste Barcola (AM) 68,0 mm (precedente 59,6 mm di Trieste Porto dell’08/07/2000).

Nuovi record delle precipitazioni cumulate massime mensili

Brescia Ghedi (AM) 240,8 mm (precedente 186,0 mm del luglio 1989);
Treviso Sant’Angelo (AM) 229,2 mm (precedente 228,8 mm del luglio 1989);
Treviso Istrana (AM) 194,1 mm (precedente 190,5 mm del luglio 1989);
Monte Cimone (AM) 191,8 mm (precedente 185,3 mm del luglio 1997);
Pisa San Giusto (AM) 186,2 mm (precedente 165,8 mm del luglio 1991);
Verona Villafranca (AM) 182,8 mm (precedente 143,8 mm del luglio 1981);
Udine Rivolto (AM) 181,0 mm (precedente 170,0 mm del luglio 1997)
Cuneo Levaldigi (ENAV) 138,6 mm (precedente 112,8 mm del luglio 2002);
Bracciano Vigna di Valle (AM) 118,7 mm (precedente 115,4 mm del luglio 2011);
Arezzo Molin Bianco (AM) 112,1 mm (precedente 105,4 mm del luglio 1976);
Elba-Monte Calamita (AM) 85,4 mm (precedente 83,6 mm del luglio 2011);
Monte Argentario (AM) 66,2 mm (precedente 59,5 del luglio 2011).

 

Europa

Fuori dai confini nazionali, sono da segnalare nel corso del mese i nuovi record di temperatura massima mensile diffusamente registrati in Norvegia, oltre ai nuovi record di temperatura massima assoluta registrati il giorno 19 dalla stazione di De Kooy (Paesi Bassi) con +34,6 °C (precedente +33,9 °C del 12/07/1923) e dalla stazione di Norderney (Germania) con +34,1 °C (precedente record mensile +33,0 °C del 29/07/1969 e del 02/07/2008; precedente record assoluto +33,7 °C del 02/08/2013) e al record di temperatura massima mensile egualiato nella medesima giornata dalla stazione di Amsterdam Schiphol (Paesi Bassi) con +33,7 °C (stesso valore del 19/07/2006).

Estremi termometrici mensili ufficiali nazionali
Temperatura massima mensile
Catania Sigonella (AM) +39,4 °C il
05/07/2014
Temperatura minima mensile
Plateau Rosa (AM) -7,0 °C il 09/07/2014

© 2014 All rights reserved.

Print Friendly

Lascia un commento