Agosto 2014

Toscana

Il mese di agosto 2014 si è caratterizzato a livello regionale per temperature lievemente inferiori alla media e per precipitazioni irregolarmente distribuite sul territorio regionale, dove sono risultate generalmente inferiori alla norma fatta eccezione per parte della dorsale appenninica e per gran parte dell’area grossetana (su quest’ultima zona sono risultate addirittura sensibilmente superiori alla norma a causa del temporale marittimo del giorno 23).

Il mese si è caratterizzato nel suo complesso per l’assenza di una struttura anticiclonica stabile, con conseguenti infiltrazioni di aria fresca e instabile. Il giorno 3 e il giorno 5 fenomeni termoconvettivi sparsi interessavano le aree settentrionali e le zone interne della regione. Tra la fine della prima decade e l’inizio della seconda decade l’attivazione di correnti calde e umide sud-occidentali apportava temperature temporaneamente superiori alle medie del periodo, seppur in presenza di cieli velati o nuvolosi.
Nel corso della seconda decade, dal giorno 13 in poi si verificavano infiltrazioni di aria fresca  e instabile che, a tratti, davano origine nuovamente a fenomeni termoconvettivi sparsi soprattutto sulle aree centro-settentrionali e sulle zone interne, oltre a causare un graduale calo termico al di sotto delle medie del periodo.
Anche la terza decade iniziava con infiltrazioni di aria umida e instabile, inizialmente più attive sulle zone interne, che il giorno 23 davano origine ad un intenso temporale marittimo che interessava con forti precipitazioni l’area grossetana, mentre altri fenomeni di debole o moderata intensità interessavano in modo sparso il restante territorio regionale. Dal giorno 24 in poi si verificavano condizioni di tempo più stabile con ritorno verso temperature nelle medie del periodo, anche se temporaneamente non mancavano locali fenomeni di instabilità, i più rilevanti dei quali si verificavano tra il giorno 26 e il giorno 27 sulla parte nord-occidentale della regione.

Nel corso del mese è da segnalare un nuovo record di temperatura minima mensile.

Domenica 17 agosto 2014
Passo delle Radici (ARPA Emilia-Romagna) +4,8 °C (precedente +5,6 °C del 22/08/2005).

Nel corso del mese è da segnalare anche un nuovo record di precipitazione cumulata massima giornaliera.

Sabato 23 agosto 2014
Grosseto Aeroporto (AM) 135,0 mm (precedente 75,4 mm del 23/08/1975).

Estremi termometrici regionali
Temperatura massima mensile
Firenze Genio Civile (SIR) +34,5 °C il
10 e 11/08/2014
Temperatura minima mensile
Lago Scaffaiolo (ARPA Emilia-Romagna) +4,7 °C il 16/08/2014
Passo della Croce Arcana (AsMER) +4,7 °C il16/08/2014

© 2014 All rights reserved.

 

Italia

Il mese di agosto 2014 in Italia si è caratterizzato per temperature quasi allineate e per precipitazioni inferiori alle medie di riferimento climatico.

In base ai dati elaborati dall’ISAC CNR, dal punto di vista termico il mese ha chiuso a livello nazionale con una impercettibile anomalia negativa di -0,05 °C rispetto alla media trentennale 1971-2000, che ha fatto classificare il mese al 54° posto tra i mesi di agosto più caldi e al 162° posto tra i mesi di agosto più freddi dal 1800 in poi (mese di agosto più caldo il 2003 con un’anomalia positiva di +3,83 °C, mese di agosto più freddo il 1816 con un’anomalia negativa di -5,07 °C). Analizzando più in dettaglio le anomalie, l’Italia meridionale e parte delle isole maggiori hanno fatto registrare anomalie positive, che sulla Puglia centro-meridionale e sulle coste joniche nord-orientali della Calabria hanno superato i +1 °C. Al contrario, sulle regioni settentrionali sono state registrate diffuse anomalie negative che sono state inferiori ai -1 °C sulle aree alpine e prealpine centrali.

Sempre in base ai dati elaborati dall’ISAC CNR, dal punto di vista pluviometrico il mese ha chiuso a livello nazionale con un deficit del -47% rispetto alla media trentennale 1971-2000, che ha fatto classificare il mese al 49° posto tra i mesi di agosto più siccitosi e al 163° posto tra i mesi di agosto più piovosi dal 1800 in poi (mese di agosto più siccitoso il 1802 con deficit del -87%, mese di agosto più piovoso il 1835 con surplus del +148%). Analizzando più in dettaglio la situazione, i deficit pluviometrici più accentuati, che sono risultati compresi tra il -75 e il -100%, hanno interessato le regioni del medio versante adriatico, il Lazio centro-meridionale, la Campania, la Puglia settentrionale, la Basilicata, la Calabria, la Sardegna centro-meridionale e la Sicilia. Al contrario, surplus pluviometrici si sono verificati su gran parte delle regioni settentrionali e su parte della Toscana meridionale, con valori superiori al +75% sull’area grossetana.

Di seguito sono riportati i record meteorologici registrati dal 1951 in poi presso le stazioni meteorologiche AM/ENAV del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.

Record termometrici

Nuovo record di temperatura minima mensile più elevata

Lunedì 18 agosto 2014
Foggia Amendola (AM) +26,6 °C (precedente +26,4 °C del 16/08/2012).

Record pluviometrici

Nuovi record di precipitazioni cumulate massime giornaliere

Mercoledì 20 agosto 2014
Venezia Tessera (ENAV) 91,0 mm (precedente 80,4 mm del 15/08/1964).

Sabato 23 agosto 2014
Grosseto Aeroporto (AM) 135,4 mm (precedente 78,4 mm del 23/08/1975).

Sabato 30 agosto 2014
Trevico (AM) 44,8 mm (precedente 34,0 mm del 20/08/2002).

Estremi termometrici mensili ufficiali nazionali
Temperatura massima mensile
Catania Sigonella (AM) +41,0 °C il
12/08/2014
Temperatura minima mensile
Plateau Rosa (AM) -6,4 °C il 16/08/2014

© 2014 All rights reserved.

Print Friendly

Lascia un commento