Novembre 2013

Toscana

Il mese di novembre 2013 in Toscana si è contraddistinto per temperature superiori alle medie e per precipitazioni che a livello regionale sono risultate prossime alla normalità climatica mensile, seppur con differenze anche rilevanti tra le varie zone.

Il primo giorno del mese si caratterizzava per condizioni di tempo stabile con temperature nettamente superiori alle medie del periodo.
Il giorno 2 il transito di un debole fronte atlantico determinava precipitazioni sulla Toscana settentrionale e in prossimità dei confini meridionali della regione; il giorno successivo i venti di libeccio apportavano ancora precipitazioni da stau sulla Toscana nord-occidentale e nell’area amiatina in un contesto termico ben superiore alle medie.
Il giorno 4 l’approssimarsi di una perturbazione atlantica determinava un aumento della copertura nuvolosa associata a precipitazioni sparse, che nel corso della giornata successiva divenivano diffuse interessando quasi tutto il territorio regionale.
Il giorno 6 si verificava un generale miglioramento delle condizioni atmosferiche, con condizioni di relativa stabilità atmosferica che insistevano su gran parte della regione anche tra il giorno 7 e il giorno 8, fatta eccezione per la Toscana nord-occidentale che rimaneva interessata da un flusso di correnti umide che apportavano precipitazioni sparse.
Il giorno 9 il transito di un fronte atlantico determinava precipitazioni su gran parte della regione, in particolare nella parte centro-settentrionale; nel corso della giornata successiva i fenomeni divenivano diffusi su tutta la regione.
La seconda decade iniziava con residue precipitazioni che il giorno 11 insistevano sulla parte centro-orientale della regione e col contemporaneo ingresso di correnti settentrionali che determinavano tra il giorno 12 e il giorno 13 una successiva generale attenuazione dei fenomeni e della nuvolosità, tranne che sulle aree a nord e a est dello spartiacque appenninico.

Nella carta sottostante elaborata dal Servizio Idrologico Regionale sono rappresentate le precipitazioni cumulate nell’arco delle 24 ore nel periodo compreso tra le ore 23:00 di domenica 10 e le ore 23:00 di lunedì 11 novembre 2013 in Toscana:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Tra il giorno 14 e il giorno 15 un’area di bassa pressione sul Mar Ligure apportava precipitazioni sparse su quasi tutto il territorio regionale.
Il giorno 16 si verificava un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche; il giorno successivo l’attivazione di correnti orientali richiamate da un cut-off sul Mediterraneo centro-occidentale apportava precipitazioni sparse, soprattutto sulla Toscana meridionale ed occidentale.
Il giorno 18 si concretizzava un temporaneo miglioramento del tempo, seguito da nuove precipitazioni serali tra l’Arcipelago e l’area costiera centro-meridionale della regione; i fenomeni divenivano diffusi nel corso della giornata successiva.
Un nuovo temporaneo miglioramento si verificava il giorno 20, mentre la terza decade iniziava con un nuovo peggioramento associato a precipitazioni estese; tra il giorno 22 e il giorno 23 i fenomeni divenivano meno diffusi pur persistendo su quasi tutto il territorio regionale.
Il giorno 24 l’attivazione di correnti settentrionali determinava un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche, con residue precipitazioni confinate alla parte meridionale della regione, all’isola d’Elba e alle aree a nord dello spartiacque appenninico; il giorno 25 il transito di un fronte freddo dall’Europa settentrionale determinava precipitazioni sparse sulla Toscana centro-orientale, con attivazione di forti correnti nord-orientali e conseguente calo delle temperature.
Il giorno 26 le condizioni generali di cielo sereno con sensibile calo termico e venti forti nord-orientali erano seguite da nevicate serali lungo la dorsale appenninica e sulla Toscana orientale, con accumuli notturni fino a 20 cm in Casentino e fino a 5 cm tra la città di Arezzo e la Val di Chiana.
Tra il giorno 27 e il giorno 28 proseguiva l’afflusso di aria fredda da nord-est con cielo che tornava nuovamente ad essere sereno su tutta la regione.
Il giorno 29 l’attenuazione dei venti e il cielo sereno determinavano condizioni favorevoli all’inversione termica e alle gelate notturne nelle aree pianeggianti interne e nei fondovalle appenninici.
L’ultimo giorno del mese si verificava un graduale aumento della copertura nuvolosa associata a precipitazioni sparse sulla Toscana nord-occidentale, mentre sul resto della regione la notte serena permetteva ancora l’inversione termica con temperature minime negative nelle pianure e nei fondovalle interni.

Dal punto di vista termico il mese di novembre ha chiuso sopra la media del periodo su gran parte del territorio regionale ad eccezione della dorsale appenninica fra le province di Lucca e Pistoia, l’area amiatina e parte dell’Arcipelago (Elba, Pianosa e Capraia) che non hanno visto anomalie apprezzabili (+0,5 °C/-0,5 °C); le maggiori anomalie si sono avute nella parte nord-orientale della regione (Pratese, Fiorentino e parte nord dell’Aretino) dove si sono superati i +2 °C mentre anomalie generalmente comprese fra +1 °C e +2 °C si sono avute sul Massese, sulla parte occidentale della provincia di Lucca, sulla parte orientale della provincia di Pistoia, sul Pisano, sul Livornese, sulla parte meridionale della provincia di Arezzo e sulla parte settentrionale delle province di Siena e Grosseto.

Queste sono le anomalie delle temperature medie mensili elaborate rispetto alla media 1971-2000 (reanalisi elaborata dal Consorzio LaMMA).

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Dal punto di vista pluviometrico il mese di novembre ha visto il prevalere di anomalie positive su gran parte del territorio regionale, soprattutto lungo la dorsale appenninica orientale che ha visto un surplus compreso fra il 100% e 200%, ad eccezione della costa settentrionale fino a Livorno, la provincia di Lucca, l’Appennino pistoiese e il bacino del Fiora che hanno chiuso con un leggero deficit; un surplus compreso fra il 25% e il 75% si è avuto sulla Lunigiana, sul Valdarno medio e superiore, sul Chianti, sulle Colline Metallifere, sull’Arcipelago e sulla parte meridionale della Maremma.

Queste le anomalie di precipitazione mensile elaborate sulla media 1983-2012 (reanalisi elaborata dal Servizio Idrologico Regionale per il report pluviometrico mensile).

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Di seguito sono riportati i record termometrici registrati dalle stazioni presenti sul territorio regionale durante il mese di novembre 2013 (da segnalare anche che il giorno 13 la stazione AM di Pisa San Giusto con +22,0 °C ha eguagliato il record di temperatura massima della seconda decade di novembre registrato il 13/11/1954, il 16/11/1963 e il 12/11/1969).

Record di temperature massime mensili

Venerdì 1º novembre 2013:
Firenze Orto Botanico (CNR IBIMET) +22,3 °C (precedente +21,9 °C il 05/11/2011);
Volterra Porta Diana (SIR) +22,3 °C (precedente +21,2 °C il 09/11/2011);
Livorno Parco Pertini (CNR IBIMET) +22,0 °C (precedente +21,2 °C il 02/11/2012);
San Dalmazio (SIR) +22,0 °C (precedente +21,6 °C il 19/11/2009 e il 05/11/2010).

Sabato 2 novembre 2013:
Firenze Orto Botanico (CNR IBIMET) +22,3 °C (eguagliato il 01/11/2013).

Domenica 3 novembre 2013:
Firenze Orto Botanico (CNR IBIMET) +23,6 °C (precedente +22,3 °C il 01 e 02/11/2013);
Crespina Cenaia (SIR) +22,7 °C (precedente +22,1 °C il 16/11/2002, il 03 e 08/11/2005 e il 03/11/2007).

Giovedì 7 novembre 2013:
Peccioli Ghizzano (SIR) +22,5 °C (precedente +22,1 °C il 02/11/2008);
Livorno Parco Pertini (CNR IBIMET) +22,4 °C (precedente +22,0 °C il 01/11/2013);
Volterra Porta Diana (SIR) +22,3 °C (eguagliato il 01/11/2013);
Siena Comando di Polizia Municipale (Comune di Siena) +21,3 °C (precedente +21,1 °C il 05/11/2010).

Record di temperature minime mensili

Lunedì 25 novembre 2013:
Quercianella-Torre di Montaccio (Amministrazione Provinciale di Livorno) +2,5 °C (precedente +2,8 °C il 19/11/2007).

Martedì 26 novembre 2013:
Passo delle Radici (ARPA Emilia-Romagna) -11,9 °C (precedente -11,5 °C il 24/11/2005);
Santa Fiora-Bagnore (ARSIA) -5,7 °C (precedente -5,2 °C il 21/11/1998);
San Dalmazio (SIR) -5,4 °C (precedente -4,5 °C il 10/11/2007);
Bibbona (ARSIA) -1,1 °C (precedente -1,0 °C il 06/11/1995);
Livorno Parco Pertini (CNR CIBIC) -0,6 °C (precedente +3,0 °C il 03/11/2006);
Quercianella-Torre di Montaccio (Amministrazione Provinciale di Livorno) +0,9 °C (precedente +2,5 °C il 25/11/2013);
Grosseto Istituto Tecnico Industriale (CNR CIBIC) +1,4 °C (precedente +2,0 °C il 27/11/2010);
Pisa Orto Botanico (CNR CIBIC) +1,4 °C (precedente +2,7 °C il 04/11/2006).

Mercoledì 27 novembre 2013:
Passo delle Radici (ARPA) -12,7 °C (precedente -11,9 °C il 25/11/2013);
Passo delle Radici (ARSIA) -12,2 °C (precedente -12,1 °C il 22/11/1998);
San Dalmazio (SIR) -5,4 °C (eguagliato il 26/11/2013);
Guardistallo Ponte di Monterufoli (SIR) -4,0 °C (eguagliato il 21/11/2004);
Donoratico Ferruggini (ARSIA) -3,9 °C (precedente -3,6 °C il 21/11/1998);
Pisa Coltano (SIR) -3,8 °C (precedente -3,0 °C il 22/11/1998);
Castiglione d’Orcia-Le Masse (ARSIA) -3,5 °C (eguagliato il 21/11/1998);
Cecina Colle Mezzano (ARSIA) -3,1 °C (precedente -1,7 °C il 06/11/1995);
Radicofani Contignano (ARSIA) -3,0 °C (precedente -2,9 °C il 24/11/2005);
Crespina Cenaia (SIR) -2,7 °C (precedente -2,6 °C il 24/11/2001);
Volterra Porta Diana (SIR) -2,7 °C (precedente -1,8 °C il 25/11/2005);
Bibbona (ARSIA) -1,4 °C (precedente -1,1 °C il 26/11/2013);
Livorno Parco Pertini (CNR CIBIC) -1,2 °C (precedente -0,6 °C il 26/11/2013);
Bocca d’Arno (SIR) -1,1 °C (precedente -0,1 °C il 20/11/2005);
Pisa Orto Botanico (CNR CIBIC) +0,3 °C (precedente +1,4 °C il 26/11/2013);
Quercianella-Torre di Montaccio (Amministrazione Provinciale di Livorno) +0,8 °C (precedente +0,9 °C il 26/11/2013);
Grosseto Istituto Tecnico Industriale (CNR CIBIC) +1,1 °C (precedente +1,4 °C il 26/11/2013).

Venerdì 29 novembre 2013:
Seravezza Ponte Tavole (Autorità di Bacino del fiume Serchio) -0,4 °C (eguagliato il 23/11/1998).

Sabato 30 novembre 2013:
Piancastagnaio Le Vigne (ARSIA) -5,0 °C (precedente -4,6 °C il 22/11/2004).

Estremi termometrici mensili regionali:
Temperatura massima mensile:
Quercianella-Torre di Montaccio (ARSIA) +24,8 °C il 07/11/2013
Temperatura minima mensile:
Lago Scaffaiolo (ARPA Emilia-Romagna) -13,2 °C il 27/11/2013
Passo della Croce Arcana
(AsMER) -13,2 °C il 27/11/2013

© 2013 All rights reserved.

Italia ed Europa

Il mese di novembre 2013 in Italia si è caratterizzato per temperature e per precipitazioni superiori alle rispettive medie del periodo.

In base ai dati elaborati dall’ISAC CNR, l’anomalia termica complessiva a livello nazionale è stata di +1,03 °C rispetto alle medie trentennali 1971-2000.
Le massime anomalie positive superiori a +2 °C che si sono verificate tra Friuli occidentale, Veneto meridionale, Emilia orientale, Romagna e su parte della Puglia; al contrario, su quasi tutta la Sardegna, eccetto l’estremità costiera meridionale, sono state registrate lievi anomalie termiche negative comprese tra 0 e -0,5 °C rispetto alle medie del periodo.

Sempre in base ai dati elaborati dall’ISAC CNR, le precipitazioni totali mensili sono risultate a livello nazionale superiori del +61% rispetto alle medie trentennali 1971-2000.
I maggiori surplus pluviometrici si sono verificati tra l’Abruzzo meridionale e il Molise con accumuli superiori al +200% mentre sulla Liguria di Ponente, all’estremità meridionale del Piemonte e lungo il litorale della Toscana centrale sono stati registrati deficit idrici compresi tra il -25 e il -50% rispetto alle corrispondenti medie climatiche: più in generale, tutto il Piemonte meridionale, tutta la Liguria e gran parte della Toscana centro-occidentale hanno fatto registrare accumuli pluviometrici inferiori alle medie, in controtendenza rispetto a ciò che si è verificato a livello nazionale.

Di seguito sono riportati i record termometrici registrati presso le stazioni facenti parte della rete WMO presenti sul territorio nazionale durante il mese di novembre 2013.

Record di temperature massime mensili

Domenica 3 novembre 2013:
Bari Palese (ENAV) +28,7 °C (precedente +27,5 °C il 01/11/2008);
Ravenna Punta Marina (AM) +24,4 °C (precedente +23,8 °C il 12/11/1969);
Volano (ARPA Emilia-Romagna) +23,5 °C (precedente +23,4 °C il 03/11/2004).

Mercoledì 6 novembre 2013:
Capo Carbonara (AM) +26,8 °C (precedente +26,2 °C il 04/11/2005);
Mondovì (AM) +23,2 °C (precedente +21,9 °C il 23/11/1947).

Giovedì 7 novembre 2013:
Foggia Aeroporto “Gino Lisa” (ENAV) +27,0 °C (precedente +26,4 °C l’11/11/1951).

Record di temperature minime mensili

Lunedì 25 novembre 2013:
Isola di Capri-Eliporto (AM) +3,6 °C (precedente +3,8 °C il 24/11/1988, 23/11/1995 e 21/11/1998).

Mercoledì 27 novembre 2013:
Isola di Capri-Eliporto (AM) +3,6 °C (eguagliato il 25/11/2013).

Di seguito sono indicati altri record meteorologici registrati dal 1951 in poi presso le stazioni meteorologiche del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.

Record di temperature massime medie mensili più elevate

Lampedusa (ENAV) +23,4 °C (precedente +22,9 °C nel novembre 2005);
Bari Palese (ENAV) +22,4 °C (precedente +20,4 °C nel novembre 1963);
Ustica (AM) +20,1 °C (precedente +19,9 °C nel novembre 1994).

Record di precipitazioni giornaliere per il mese di novembre

Lunedì 11 novembre 2013

Frontone (AM) 114,4 mm (precedente 95,8 mm il 26/11/2005).

Record di precipitazioni cumulate massime mensili di novembre

Pescara (ENAV) 313,8 mm (precedente 271,0 mm nel novembre 2008);
Olbia Costa Smeralda (ENAV) 278,6 mm (precedente 202,6 mm nel novembre 2011).

Di seguito sono invece riportati i record di temperature massime mensili registrati presso alcune delle principali stazioni della rete WMO dell’Europa centro-occidentale durante il mese di novembre 2013 (mese in cui tra Ucraina e Russia moltissime stazioni hanno registrato nuovi record mensili).

Domenica 3 novembre 2013:
Alistro (Corsica, Francia) +26,0 °C (precedente +24,0 °C il 17/11/1995).

Mercoledì 6 novembre 2013:
Valencia Aeropuerto (Spagna) +31,5 °C (precedente +30,4 °C il 09 e 10/11/1985);
Murcia (Spagna) +31,0 °C (precedente +30,6 °C il 09/11/1985);
Tortosa (Spagna) +28,2 °C (eguagliato il 03/11/1924);
Toulon Hyères (Francia) +25,0 °C (precedente +23,9 °C il 05/11/2004);
Cap Cépet (Francia) +22,7 °C (precedente +22,2 °C il 05/11/2004).

Sabato 30 novembre 2013:
Granada Armilla (Spagna) -4,5 °C (precedente -4,4 °C il 23/11/1991).

Estremi termometrici mensili ufficiali nazionali:
Temperatura massima mensile:
Bari Palese (ENAV) +28,7 °C il 03/11/2013
Temperatura minima mensile:
Plateau Rosa (AM) -19,6 °C il
27/11/2013

© 2013 All rights reserved.

Print Friendly

Lascia un commento