Aprile 2013

Toscana

Il mese di aprile 2013 in Toscana si è caratterizzato per temperature al di sopra delle medie e per precipitazioni inferiori alla normalità climatica mensile.

Il mese iniziava col transito di una perturbazione associata a precipitazioni a partire dalla serata del primo giorno del mese; il giorno successivo vedeva residui fenomeni nelle prime ore del giorno seguiti da un rapido miglioramento fino a cielo sereno sulla Toscana centro-settentrionale ma con precipitazioni sotto forma di rovesci e locali temporali che insistevano nelle ore pomeridiane sulla Toscana centro-meridionale.
Il giorno 3 trascorreva all’insegna del cielo irregolarmente nuvoloso, mentre nel corso della giornata successiva l’avvicinarsi di un’area di bassa pressione determinava nuove condizioni di tempo perturbato a partire dalle aree costiere, con precipitazioni che il giorno 5 interessavano principalmente la Toscana centro-settentrionale, con accumuli più abbondanti a ridosso delle Alpi Apuane e dell’Appennino Settentrionale.
Le due giornate successive vedevano un miglioramento con cielo sereno o poco nuvoloso ma con residui fenomeni di instabilità pomeridiana che si verificavano il giorno 6 a ridosso delle zone montuose dell’entroterra.
Tra il giorno 8 e il giorno 9 il transito di un nuovo fronte perturbato determinava nuove precipitazioni, soprattutto sulla parte centro-settentrionale della regione, mentre la prima decade del mese terminava con un miglioramento delle condizioni meteorologiche con temporanee condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso.
La seconda decade del mese iniziava col passaggio di una saccatuta che determinava nuove precipitazioni tra lla serata del giorno 11 e la prima parte del giorno 12 sul settore nord-occidentale e localmente anche sulla restante area settentrionale della regione.
Il giorno 13 si verificava un graduale aumento della pressione atmosferica e delle altezze di geopotenziale, che dava inizio ad una fase anticiclonica che tra il giorno 14 e il giorno 19 determinava condizioni di cielo sereno con temperature massime sensibilmente superiori alle medie del periodo. Il giorno 17 si registravano alcuni record di temperatura massima della seconda decade di aprile: Firenze Peretola +28,2 °C (eguagliato il 20/04/1968), Arezzo San Fabiano +27,5 °C (precedente +27,4 °C il 15/04/1904), Pisa San Giusto +26,2 °C (precedente +25,8 °C il 16/04/2007), Pracchia +23,3 °C (precedente +22,2 °C il 19/04/1968)
Il giorno 18 si verificavano altri record di temperatura massima della seconda decade di aprile: Arezzo San Fabiano +28,4 °C (precedente +27,5 °C il giorno precedente), Arezzo Molin Bianco +27,2 °C (precedente +26,6 °C il 17/04/1962), Firenzuola +26,9 °C (precedente +26,0 °C il 16/04/1934), Cottede +25,0 °C (eguagliato l’11/04/2011), Radicofani +22,2 °C (precedente +22,0 °C il 20/04/1983).
Il giorno 19 la stazione AM di Arezzo Molin Bianco con +27,2 °C bissava il record di temperatura massima decadale del giorno precedente, mentre la stazione AM di Radicofani con +22,6 °C ritoccava ulteriormente il record di temperatura massima decadale stabilito appena 24 ore prima.
La seconda decade del mese terminava col transito di una debole e veloce perturbazione con associate locali precipitazioni lungo la costa centro-settentrionale.
La terza decade del mese iniziava con condizioni di spiccata variabilità associata a fenomeni sparsi di instabilità pomeridiana che interessavano il giorno 21 la parte centro-occidentale della regione, il giorno 22 più in generale gran parte delle zone interne della regione e il giorno 23 in modo più residuo le aree a ridosso dei rilievi appenninici e localmente anche le zone sublitoranee della Toscana centrale.
Il giorno 24 l’aumento della pressione determinava condizioni di tempo stabile, mentre il giorno successivo il transito di velature prefrontali annunciava il passaggio di un fronte caldo che determinava locali deboli precipitazioni associate a sabbia il giorno 26 e precipitazioni più diffuse e abbondanti il giorno 27 sulla Toscana centrale e settentrionale.
Il giorno 28 l’isolamento di un’area di bassa pressione tra la penisola iberica e l’Africa nord-occidentale innescava l’afflusso di aria calda che determinava condizioni di cielo sereno o velato con temperature massime sensibilmente superiori alle medie del periodo negli ultimi due giorni del mese, seppur con assiociate temporanee deboli precipitazioni tra la serata del giorno 29 e la mattina del giorno 30.

Dal punto di vista termico il mese ha chiuso con anomalie largamente positive, generalmente comprese fra i +2,0 °C delle zone settentrionali e i +2,5 °C delle zone centro/meridionali, nonostante la prima decadeperturbata e chiusa in media o leggermente al di sotto.

Queste le anomalie della temperatura media mensile elaborate sulla media 1971-2000 (reanalisi elaborata dal CNR IBIMET per il report mensile nazionale).
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Dal punto di vista precipitativo il mese ha chiuso sostanzialmente sopramedia su tutta l’area nord/occidentale della regione, lungo la fascia appenninica, sulla costa centro/settentrionale, sull’Arcipelago e sull’amiatino con picchi fino al 150% in più sulla Lunigiana e sui Monti Pisani mentre ha chiuso sottomedia, con deficit fra il 25% e il 50%, sulla parte orientale del Mugello, sul Valdarno Medio e Superiore, sulla Valdichiana, sul Chianti e sul bacino dell’Ombrone Grossetano.

Queste le anomalie di precipitazione mensile elaborate sulla media 1983-2012 (reanalisi elaborata dal Servizio Idrologico Regionale per il report pluviometrico mensile).
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Di seguito sono indicati i record di temperatura massima mensile registrati in Toscana nell’aprile 2013.

Mercoledì 17 aprile 2013
Crespina Siberia (ARSIA) +28,6 °C (precedente +28,2 °C il 28/04/2012);
Montenero d’Orcia (ARSIA) +27,6 (eguagliato il 28/04/2012);
Elba-Monte Perone (ARSIA/Comunità Montana dell’Elba e Capraia) +25,2 °C (precedente +24,9 °C il 09/04/2011).

Lunedì 29 aprile 2013
Santa Fista (UCEA) +31,4 °C (precedente +29,1 °C il 09/04/2011, 27 e 28/04/2012);
Firenze Osservatorio Ximeniano (Fondazione Osservatorio Ximeniano di Firenze ONLUS) +31,0 °C (precedente +30,8 °C il 28/04/2012);
Anghiari Molin di Valle (ARSIA) +29,1 °C (precedente +28,5 °C il 22/04/2007);
Crespina Siberia (ARSIA) +29,0 °C (precedente +28,6 °C il 17/04/2013);
Guardistallo Ponte di Monterufoli (SIR) +28,8 °C (precedente +28,0 °C il 25/04/2007);
Grosseto Casotto dei Pescatori (ARSIA) +28,3 °C (precedente +27,9 °C il 25/04/2007);
Braccagni-Il Madonnino (ARSIA) +27,9 °C (precedente +27,7 °C il 20/04/2000 e il 25/04/2007);
San Giuliano Terme-Metato (ARSIA) +27,3 °C (precedente +27,2 °C il 28/04/2012);
Castagneto Carducci-Grattamacco (ARSIA) +26,9 °C (precedente +25,7 °C il 27/04/1993);
Massa Marittima Valpiana (ARSIA) +26,6 °C (precedente +26,0 °C il 07/04/2011);
Carrara Liceo Scientifico (ARSIA) +26,3 °C (precedente +26,2 °C il 28/04/2012);
Roccalbegna Cana (ARSIA) +26,3 °C (precedente +25,8 °C del 21/04/2000);
Seravezza Ponte Tavole (SIR) +26,3 °C (precedente +25,5 °C il 28/04/2012);
San Vincenzo Aviosuperficie (ARSIA) +26,2 °C (precedente +26,1 °C il 26/04/2007);
Seravezza (SIR) +26,1 °C (precedente +25,0 °C il 30/04/2005);
Pietrasanta Strettoia (ARSIA) +25,9 °C (precedente +25,5 °C il 28/04/2012);
Manciano Secchete (ARSIA) +25,6 °C (precedente +25,5 °C il 07/04/2011 e il 28/04/2012);
Bocca d’Arno (SIR) +25,0 °C (precedente +23,9 °C il 14/04/2007).

Martedì 30 aprile 2013
Crespina Siberia (ARSIA) +29,2 °C (precedente +29,0 °C il 29/04/2013);
Seravezza (SIR) +26,3 °C (precedente +26,1 °C il 29/04/2013);
Livorno Stazione Mareografica (ISPRA) +25,7 °C (precedente +25,2 °C il 28/04/2012);
Orbetello Laguna (Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Ecologia Vegetale/ARSIA) +24,8 °C (precedente +24,6 °C il 17/04/2007);
Forte dei Marmi (SIR) +24,5 °C (precedente +23,5 °C il 30/04/2003).

Estremi termometrici mensili regionali:
Temperatura massima mensile:
Santa Fista (UCEA) +31,4 °C il 29/04/2013
Temperatura minima mensile:
Passo della Croce Arcana (AsMER) -4,3 °C il 02/04/2013

Italia

Il mese di aprile 2013 in Italia si è caratterizzato per temperature nettamente superiori alle medie e per precipitazioni compleassivamente al di sotto della normalità climatica mensile.

Relativamente alle temperature medie, in base ai dati dell’ISAC CNR l’anomalia positiva a livello nazionale è stata di +1,97 °C, con una media diffusamente superiore ai +2,5 °C su quasi tutte le regioni centrali e meridionali peninsulari, dove nelle aree interne tra Umbria meridionale, Lazio e Abruzzo si sono registrati picchi oltre i +3,0 °C dalla media trentennale di riferimento. Al contrario, sulle regioni nord-occidentali e sull’estremità settentrionale della Sardegna le anomalie positive sono risultate più contenute, tra i +1 e i +1,5 °C.
Relativamente alle precipitazioni mensili, a livello nazionale il mese di aprile 2013 ha chiuso con un deficit del 14% seppur con differenze notevoli tra le varie aree territoriali. Sulle regioni centrali, su quelle meridionali, sul Friuli-Venezia Giulia, sulla Romagna e sulla Sardegna meridionale il deficit risultava superiore al 25% con punte oltre il 50% lungo tutto il versante adriatico tra le Marche e la Puglia e su Umbria, Lazio orientale, Campania, Basilicata, Calabria settentrionale e Sardegna sud-occidentale. Al contrario, su gran parte delle regioni nord-occidentali, sulla Sardegna settentrionale e sulla Sicilia centrale si registrava un surplus pluviometrico che raggiungeva punte superiori al 50% nelle zone interne della Sicilia, sulla Valle d’Aosta e sui settori settentrionali di Piemonte e Sardegna, con l’apice del +75% che veniva raggiunto sulla Sardegna nord-orientale.

Sia in Italia che in Europa il mese di aprile 2013 faceva registrare numerosi record termometrici mensili.
Mentre in Europa il primo giorno del mese la stazione meteorologica di Brno Tuřany con -6,3 °C eguagliava il record di temperatura minima mensile del 09/04/2003 e il giorno 2 la stazione meteorologica di Cracovia Balice con -6,9 °C faceva registrare il nuovo record di temperatura minima mensile (precedente -6,2 °C il 13/04/1996), il giorno 17 la stazione meteorologica di San Sebastián-Hondarribia con +32,4 °C eguagliava il record di temperatura massima mensile del 30/04/2005 e l’ultimo giorno del mese vedeva nuovi record di temperatura massima mensile tra la Serbia, l’Ungheria e la Slovacchia: Belgrado +32,4 °C (precedente +32,2 °C il 30/04/2003), Seghedino +31,6 °C (precedente +30,7 °C il 21/04/1950), Novi Sad +31,4 °C (precedente +31,0 °C il 06/04/1968), Košice +28,7 °C (precedente +28,6 °C il 25/04/1968).
In Italia sono stati registrati numerosi record presso la rete di stazioni WMO, che hanno riguardato unicamente le temperature massime mensili e che sono di seguito elencati:

Giovedì 18 aprile 2013
Monte Cimone (AM) +13,0 °C (precedente +12,5 °C il 23/04/1968).

Giovedì 25 aprile 2013
Latina Casal delle Palme (AM) +28,8 °C (precedente +27,8 °C il 28/04/2012);
Napoli Capodichino (ENAV) +28,4 °C (precedente +28,0 °C il 30/04/2003).

Lunedì 29 aprile 2013
Guidonia (AM) +31,8 °C (precedente +29,6 °C il 23/04/1970);
Trapani Birgi (AM) +31,2 °C (precedente +30,0 °C il 29/04/1999);
Napoli Capodichino (ENAV) +30,8 °C (precedente +28,4 °C il 25/04/2013);
Roma Urbe (ENAV) +30,3 °C (precedente +28,8 °C il 21/04/2007);
Grazzanise (AM) +29,8 °C (precedente +28,0 °C il 28/04/2012);
Perugia Sant’Egidio (AM) +29,7 °C (precedente +29,6 °C il 28/04/2012);
Capo Palinuro (AM) +29,4 °C (precedente +28,4 °C il 30/04/1971);
Roma Ciampino (AM) +29,4 °C (precedente +29,3 °C il 24/04/1949);
Latina Casal delle Palme (AM) +29,2 °C (precedente +28,8 °C il 25/04/2013);
Roma Fiumicino (ENAV) (precedente +27,1 °C il 30/04/2003);
Pratica di Mare (AM) +28,6 °C (eguagliato il 30/04/2003);
Gela (AM) +27,8 °C (precedente +27,6 °C il 30/04/1999);
Bracciano Vigna di Valle (AM) +27,2 °C (eguagliato il 30/04/2003).

Martedì 30 aprile 2013
Guidonia (AM) +32,2 °C (precedente +31,8 °C il 29/04/2013);
Isola di Capri-Eliporto (AM) +32,2 °C (precedente +32,0 °C il 30/04/2003);
Trapani Birgi (AM) +31,8 °C (precedente +31,2 °C il 29/04/2013);
Napoli Capodichino (ENAV) +31,0 °C (precedente +30,8 °C il 29/04/2013);
Salerno Pontecagnano (ENAV) +31,0 °C (precedente +28,3 °C il 18/04/2006);
Grazzanise (AM) +30,4 °C (precedente +29,8 °C il 29/04/2013);
Lecce Galatina (AM) +30,4 °C (precedente +29,2 °C il 30/04/1947);
Roma Urbe (ENAV) +30,4 °C (precedente +30,3 °C il 29/04/2013);
Capo Palinuro (AM) +30,2 °C (precedente +29,4 °C il 29/04/2013);
Latina Casal delle Palme (AM) +30,2 °C (precedente +29,2 °C il 29/04/2013);
Roma Ciampino (AM) +30,0 °C (precedente +29,4 °C il 29/04/2013);
Gela (AM) +28,4 °C (precedente +27,8 °C il 29/04/2013);
Civitavecchia Santa Marinella (AM) +25,4 °C (eguagliato il 06/04/2011).

Inoltre, nel mese di aprile 2013 sono da segnalare i seguenti nuovi record di temperature massime medie mensili più elevate dal 1951 in poi presso la rete di stazioni WMO presenti in Italia:

Isola di Capri-Eliporto (AM) +22,5 °C (precedente +22,4 °C nell’aprile 2007);
Latina Casal delle Palme (AM) +22,0 °C (precedente +21,6 °C nell’aprile 1961);
Napoli Capodichino (ENAV) +22,0 °C (precedente +21,4 °C nell’aprile 2007);
Capo Palinuro (AM) +20,4 °C (precedente +20,0 °C nell’aprile 1952);
Crotone Isola di Capo Rizzuto (ENAV) +20,0 °C (precedente +19,9 °C nell’aprile 1989);
Latronico (AM) +15,4 °C (precedente +15,3 °C nell’aprile 1961).

Estremi termometrici mensili ufficiali nazionali:
Temperatura massima mensile:
Palermo Punta Raisi
(ENAV) +32,9 °C il 29/04/2013
Temperatura minima mensile:
Plateau Rosa (AM) -13,8 °C il 01/04/2013

© 2013 All rights reserved.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento