Bracciano Vigna di Valle

altitudine: 262 metri s.l.m.
codice WMO: 16224
codice ICAO: LIRB
rete: Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare
gestore: Aeronautica Militare
data di inizio delle osservazioni: 1° giugno 1910

 

Record mensili dal 1911[1]

GENNAIO: +18,6 °C il 03/01/1962; -7,0 °C il 31/01/1963

FEBBRAIO: +21,4 °C il 28/02/1960; -7,7 °C il 10/02/1919

MARZO: +25,0 °C il 28/03/1911; -4,8 °C il 02/03/1963

APRILE: +27,2 °C il 30/04/2003 e il 29/04/2013; -0,6 °C l’08/04/2003

MAGGIO: +32,8 °C il 21/05/1920; +1,2 °C il 01/05/1919

GIUGNO: +40,6 °C il 29/06/1935; +7,6 °C il 07/06/1969

LUGLIO: +38,5 °C il 28/07/1983[3]; +10,0 °C il 02/07/1915[2]

AGOSTO: +39,8 °C il 03/08/2017[4]; +9,0 °C il 23/08/1916

SETTEMBRE: +35,3 °C il 05/09/1982; +7,0 °C il 22/09/1914

OTTOBRE: +30,3 °C il 01/10/1919; +1,5 °C il 31/10/1941

NOVEMBRE: +24,4 °C il 02/11/2004; -2,9 °C il 18/11/1919 e il 29/11/1922

DICEMBRE: +20,8 °C il 01/12/1930[5]; -8,0 °C il 19/12/1927

ANNO: +40,6 °C il 29/06/1935[4]; -8,0 °C il 19/12/1927

© 2011 All rights reserved.

 

Note:

[1]La Regia Stazione Aerologica principale di Vigna di Valle iniziò ad effettuare le prime osservazioni, seppur inizialmente occasionali e discontinue, a partite dal giugno 1910.
Dal 1° gennaio 1911 le osservazioni aerologiche e meteorologiche iniziarono ad essere effettuate senza soluzione di continuità.
Originariamente l’area militare in cui trovò ubicazione la stazione meteorologica si presentava con scarsissima vegetazione, tanto che per le originarie condizioni del suolo e dell’ambiente circostante le escursioni termiche nei primi decenni di registrazioni termometriche risultavano maggiori rispetto a quelle rilevate nel corso dei decenni successivi quando la vegetazione andò maggiormente sviluppandosi attorno all’area di ubicazione.
Mancano i dati del periodo compreso tra gennaio 1943 e ottobre 1954.
I dati del periodo compreso tra il 1926 e il 1942 provengono dagli Annali Idrologici del Compartimento di Roma, a cui la Regia Stazione Aerologica forniva i dati meteorologici registrati.
I dati registrati fino al 31 dicembre 1925 provengono dalla pubblicazione del Ministero dell’Aeronautica – Aviazione Civile e Traffico Aereo, Annali dell’Ufficio Presagi vol. I – Le osservazioni aerologiche e meteorologiche eseguite dal 1911 al 1925 nella stazione aerologica sperimentale di Vigna di Valle (Bracciano, Roma) riunite per cura del prof. Filippo Eredia. Roma, Provveditorato Generale dello Stato – Libreria, 1927 (anno VI).

[2]E’ stata eliminata dalle elaborazioni statistiche per questo database la temperatura minima di +10,0 °C del 14/07/1955, valore eguale al record di temperatura minima mensile ivi indicato ma incompatibile con le carte di reanalisi e con le temperature contemporaneamente registrate dalle altre stazioni meteorologiche.

[3]E’ stata eliminata dalle elaborazioni statistiche per questo database la temperatura massima di +40,0 °C del 16/07/1923, valore superiore al record di temperatura massima mensile ivi indicato ma quasi certamente frutto di refuso o di netta sovrastima essendo incompatibile con le carte di reanalisi e con le temperature contemporaneamente registrate dalle altre stazioni meteorologiche.

[4]Sono state eliminate dalle elaborazioni statistiche per questo database le temperature massima di +42,0 °C del 12/08/1922, di +39,5 °C del 09/08/1937, valore superiore al record di temperatura massima mensile ivi indicato (e nel caso dei +42,0 °C del 12/08/1922 anche al record di temperatura massima assoluta ivi indicato) ma quasi certamente frutto di refuso o di netta sovrastima essendo incompatibili con le carte di reanalisi e con le temperature contemporaneamente registrate dalle altre stazioni meteorologiche (nel caso del 12/08/1922 la stazione meteorologica avrebbe comunque potuto far registrare una temperatura massima simile o anche superiore al record di temperatura massima mensile ivi indicato).

[5]E’ stata eliminata dalle elaborazioni statistiche per questo database la temperatura massima di +21,0 °C del 01/12/1913, valore superiore al record di temperatura massima mensile ivi indicato ma quasi certamente frutto di refuso o di sovrastima essendo molto dubbio per le carte di reanalisi e incompatibile con le temperature contemporaneamente registrate dalle altre stazioni meteorologiche.

© 2011 All rights reserved.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento